Barriere architettoniche quando è obbligatorio rimuoverle

eliminazione barriere architettoniche normativa

Con questo articolo, a seguito di numerose richieste sul tema qui trattato, ho voluto approfondire i criteri e le norme che regolano ciò che riguarda l’eliminazione, ovvero il superamento, delle così dette barriere architettoniche.

Leggi ora

Elezioni: come votare a domicilio

Come votare presso la propria dimora:  la normativa

La Legge 7 maggio 2009, n. 46,  pubblicata in Gazzetta Ufficiale l’8 maggio prevede la possibilità o meglio, il diritto di voto, a domicilio.

La normativa  è applicabile ai casi in cui gli elettori siano impossibilitati a spostarsi autonomamente dalla propria dimora. Leggi ora

Agevolazioni e detrazioni fiscali previste dalla Legge 104/92

Quando la mia disavventura ebbe inizio, oltre che con la malattia, mi son trovato a fare i conti col “labirinto” normativo che ho ben presto imparato a conoscere, capire e ad “utilizzare”.

Sì, perché ogni legge o insieme di determinati regolamenti sono veri e propri strumenti normativi ed è importante conoscerli. Leggi ora

Agevolazioni fiscali in caso di Disturbo Specifico dell’Apprendimento

Il riconoscimento dei DSA (Disturbo Specifico dell’Apprendimento) è previsto dalla Legge 170/2010, che prevede determinate misure necessarie ad attivare un percorso didattico idoneo per lo studente che presenti  determinate difficoltà di apprendimento. Leggi ora

Come ottenere un cane da guida per non vedenti

Per chi è non vedente, il cane guida è un elemento prezioso per consentire al soggetto con questa forma di disabilità di potersi muovere, sia in ambito domestico, che (soprattutto) in spazi extra-domestici (spazi pubblici come scuole, fiere, vie, piazze).

In questo articolo ti do istruzioni utili nel caso in cui dovessi avere la necessità di chiedere e ottenere un cane guida per un parente o amico non vedente.

Leggi ora

Riabilitazione neuromotoria. L’esperienza presso l’Ospedale “S. Marta” di Rivolta d’Adda

Dopo analoga esperienza vissuta a Settembre e Ottobre del 2015, a Torino, il 21 Febbraio 2017 ci ho riprovato e ho intrapreso un nuovo percorso riabilitativo intensivo, presso l’Ospedale “S. Marta” di Rivolta d’Adda (CR). Obiettivo prefissato da parte dei medici e fisioterapisti: il recupero funzionale della stazione eretta e perfezionamento delle… Leggi ora

Gli U2 allo Stadio Olimpico di Roma il 15 e 16 Luglio 2017, PREVISTI POSTI DEDICATI AI DISABILI

Come probabilmente già molti di voi già sapranno, gli U2 avrebbero definito le uniche (ad oggi) due date italiane del loro prossimo tour, THE JOSHUA TREE TOUR 2017, dedicato ai loro primi trent’anni dalla pubblicazione dell’omonimo album, The Joshua Tree, pubblicato il 9 Marzo 1987.

Da irriducibile fan della longeva rock band irlandese quale sono sempre stato, insieme a un amico dei tempi delle scuole superiori, ho deciso di assistere all’evento. Leggi ora

AUGURI E CHE SIA UN SERENO NATALE!!!

Gli AUGURI di Natale quest’anno li rivolgo in maniera particolare a mia figlia, mia moglie e a tutti i miei familiari, che continuano imperterriti a supportarmi e … Sopportarmi! Così come sentiti AUGURI,  li rivolgo alle mie due fisioterapiste, che tra Avigliana e Vaprio d’Adda, hanno continuato costantemente a farmi sgobbare. AUGURI alla mia neurologa del C.R.E.S.M. di Orbassano (TO), così come alla mia psicologa, presso il medesimo centro di cura per la S.M. Tutte persone tenaci e toste quanto basta per spronarmi, TUTTE, a non mollare mai! E gli Amici?! Sì, gli amici di sempre e anche quelli che ho conosciuto nei miei ultimi 11 anni in Piemonte. Anche a voi e alle vostre famiglie, AUGURI!

AUGURI di cuore e che il Nuovo Anno porti a voi e alle vostre famiglie, rinnovate speranza, forza e serenità.

AUGURI anche ai miei numerosi followers e amici che mi seguono ogni giorno, qui su www.abilissimome.it e sulla pagina https://www.facebook.com/sandrobaroniblog/.

 

Graphics by Freepik

Papà, perché tu non puoi camminare? Uno a zero per mia figlia e palla al centro

Papà, perchè tu non puoi camminare? Questa credo sia la domanda più tenera e schietta che, prima di mia figlia, mai nessuno m’abbia rivolto in vita mia.

E credetemi, nell’istante in cui le mie orecchie hanno udito la richiesta, per qualche secondo mi sono sentito come al primo giorno di scuola, smarrito e allo stesso tempo sereno.

Sì, sereno! Perché sentirsi come mi son sentito io di fronte ad una semplice, diretta e innocente domanda nel mio caso, lo ammetto, un po’ m’ha spiazzato, ma non ci sono rimasto male…

Anzi. Leggi ora