Come realizzare un blog

Se ami scrivere, condividere le tue passioni e le tue idee, pensieri o magari anche tu come me volessi avere un tuo spazio personale nel WEB per poter fare tutto ciò, allora è probabilmente giunto il momento di realizzare un tuo blog personale!!! 

Requisito richiesto è il possesso di un minimo di familiarità col PC e Internet. Ti parlerò quindi di:

– Che cos’è un CMS (Content Management System, in italiano sistema di gestione dei contenuti) e CMS consigliati;
– Che cos’è un servizio Hosting e d alcuni nomi di servizi Hosting che ti consiglio di utilizzare;
– Quali piattaforme WEB ti consiglierei di utilizzare per creare il tuo blog od il tuo sito.

Bene, pronto a scoprire come realizzare un blog personale? Cominciamo!!

Che cos’è un CMS (Content Management System, in italiano sistema di gestione dei contenuti)
Un CMS (Content Management System) è un’applicazione utile alla gestione dei contenuti dei siti WEB e pertanto anche di un blog.

Permette di inserire, modificare e rendere visibili articoli, banner, immagini e link senza bisogno di utilizzare ovvero conoscere, particolari linguaggi di programmazione come, ad esempio, il linguaggio HTML.E’ utile inoltre conoscere la differenza sostanziale tra sito statico e sito dinamico.

Il sito statico – Alla nascita del web i siti erano insiemi di pagine statiche collegate da link interconnessi.

Tali pagine e quindi i siti (statici) ed i contenuti degli stessi erano realizzati principalmente da informatici e programmatori che conoscevano molto bene il linguaggio di mark-up HTML, il linguaggio di produzione dei contenuti.

Venivano realizzati siti secondo un progetto iniziale e questi venivano poi revisionati periodicamente dagli stessi programmatori. Mettere mano alle modifiche ed agli aggiornamenti di un sito statico significava, ad esempio, prima impostare nuove idee, articoli o più in generale progetti, per poi inoltrarli, pagina per pagina, nuovamente ai programmatori-sviluppatori che provvedevano così all’aggiornamento del sito.

Questo tipo di procedura richiedeva però tempi tecnici di realizzazione e pubblicazione delle modifiche, decisamente lunghi.




Il sito dinamico – Passo avanti importante fu l’ideazione del sito dinamico.

Costituito da una grafica fissa nella quale si trovano contenuti letti da una base dati. Le pagine sono sviluppate con opportuni linguaggi dedicati, e sono realizzate in maniera diretta e istantanea (dinamica, appunto) mettendo in stretta relazione tra loro parti fisse come il layout grafico, i menu ed i link principali con la parte dedicata prelevata dal database a seconda della sezione nella quale ci si trova. Il vantaggio è che in poche pagine, ad esempio, possono essere linkate un’abbondante serie di informazioni, database, documenti a disposizione dei visitatori.

I vantaggi rispetto al sito statico sono:
• manutenzione più semplice e rapida;
• minor numero di pagine effettive modificabili anche senza specifiche conoscenze informatiche
• possibilità di modificare i contenuti senza modificare materialmente le pagine.

Tipici sistemi dinamici sono i portali, i siti vetrina di aziende con molti prodotti/servizi e i motori di ricerca.

Perché il CMS è uno strumento così importante per poter gestire un sito dinamico?
Un Content Management System consente di modificare i contenuti di un sito ovvero di un blog senza dover intervenire sulle pagine o sul database da cui sono lette le informazioni.

Il suo vantaggio è che una volta creata la struttura che dinamicamente produce le pagine, i contenuti possono essere inseriti e variati senza conoscenze tecniche di sviluppo né tanto meno, linguaggi di programmazione particolari.

Un sito dinamico gestito attraverso il CMS per la gestione dei contenuti, sarà integrato con il software gestionale ed il CRM (Customer Relationship Management).

Abbiamo così a che fare con:

• Una struttura del sito chiara e “tabellare” che fissa layout e mappa del sito.
• Un database dedicato ai contenuti.
• Un CMS per la gestione diretta e immediata dei redazionali, i banner e le immagini.
• Il collegamento con il gestionale ERP per le descrizioni di eventuali prodotti e listini.
• Il collegamento con il CRM per la registrazione dei contatti nel database e l’alimentazione degli iscritti alle newsletter.

Com’è fatto un CMS? Nella stanza dei bottoni…Del tuo blog!
Tecnicamente è una vera e propria applicazione, spesso utilizzabile mediante il browser (Google Chrome, Internet Explorer, Mozilla, Firefox, etc…) che consente con un’interfaccia di semplice uso l’inserimento e la gestione di articoli, schede, elenchi, link e banner.

Tali informazioni sono poste nel database dal quale poi il motore dinamico del sito le estrae per produrre le pagine che saranno visualizzate dal visitatore. Per inserire contenuti, documenti, immagini ed articoli in generale, non è necessario avere conoscenze tecniche particolari, se non un po’ di dimestichezza con l’utilizzo base di un PC.

Come realizzare un blog col CMS WordPress

Quando si parla della realizzazione di un sito WEB o di un Blog, una delle piattaforme più complete, sicure, versatili e semplici da utilizzare è certamente WordPress.

Trattasi di un CMS (Content Management System) gratuito e personalizzabile attraverso l’installazione dei numerosi plugin sviluppati da terze parti oltre ai numerosi temi disponibili.

Esistono essenzialmente due strade per poter realizzare un blog o sito WEB od un blog con WordPress.


La prima possibilità consiste nell’utilizzare lo spazio hosting gratuito offerto dal sito wordpress.com.

In questo caso, trattandosi appunto di uno spazio WEB gratuito, il sito che andresti a realizzare, avrebbe alcune limitazioni, come ad esempio l’impossibilità di inserire banner pubblicitari all’interno delle pagine ovvero degli articoli del sito, così come l’impossibilità di ottenere un dominio di primo livello, personalizzato.

Infatti, il sito avrebbe un dominio del tipo “nomedeltuosito.wordpress.com”. A prescindere, se non necessiti di particolari esigenze, certamente sarebbe un’ottima soluzione per realizzare un tuo primo progetto (blog o sito WEB che sia).

Se invece possiedi già un po’ di familiarità con WordPress e vuoi realizzare un blog od un sito con un dominio personalizzato, unico e tutto tuo, allora puoi acquistare uno spazio hosting di wordpress.com.

Inoltre, puoi trovare altri portali Web che offrono hosting con piani a pagamento per tutte le tasche ed esigenze, ottimi per un blog in WordPress, tra i quali ad esempio, SiteGround (questo è il servizio hosting che, ad esempio, utilizzo per il mio blog. Sicuro, affidabile e veloce).

Se possiedi invece una minima dimestichezza col PC, il WEB e con l’informatica, puoi anche acquistare un dominio ed uno spazio hosting su siti diversi da wordpress.com, così da poter comunque installare WordPress attraverso il pannello FTP nello spazio hosting acquistato.

Come creare un blog con un servizio proprietario
Blogger – Altro modo per poter realizzare il tuo blog è quello di “appoggiarsi” ad un servizio proprietario.

Tra quelli più semplici e conosciuti c’è certamente Blogger di Google. Si tratta di uno spazio gratuito in cui ognuno può creare un proprio blog e pubblicarlo in maniera estremamente facile, veloce e senza necessariamente dover conoscere linguaggi di programmazione, html o dover acquistare un servizio di hosting sul Web.

A differenza di WordPress, Blogger non può essere utilizzato in modalità self-hosted (Non si può installare su uno spazio Web acquistato separatamente, ma è possibile acquistare un dominio personalizzato da sfruttare come “ponte” verso il proprio blog creato con Blogger).

Blogger permette agli utenti di monetizzare i propri contenuti e quindi di guadagnare con un blog, grazie all’impiego dei banner di AdSense, il servizio di pubblicità online di Google.

Per creare un blog su Blogger basta accedere alla homepage di Blogger e creare o collegare un account Google (magari già da te realizzato in precedenza, ad esempio per il un tuo indirizzo di posta elettronica Google) che sarà così associato al tuo blog.


Una volta all’interno della pagina di amministrazione, premi sul pulsante arancio “Nuovo blog”, digita titolo e indirizzo che vuoi assegnare al tuo sito (l’indirizzo finale sarà nomesceltoperiltuoblog.blogspot.com), scegli il tema grafico tra quelli proposti dal sito e che meglio rispecchia la struttura che hai in mente di dare al tuo blog. Infine, clicca sul tasto “Crea il blog” per completare l’operazione.

Ora, dal pannello di amministrazione del servizio, cliccando sul pulsante Nuovo post che si trova in cima alla barra laterale di sinistra avrai modo di iniziare a scrivere il tuo primo post o, se preferisci, il tuo nuovo articolo.

Dal menu della pagina di amministrazione puoi inoltre impostare e modificare pagine, commenti, campagne pubblicitarie, layout delle pagine.
Puoi anche monetizzare il tuo blog realizzato con Blogger iscrivendolo ad AdSense.

Tumblr – Altro servizio che ti consiglio di provare per realizzare un blog è Tumblr, sito/servizio inizialmente nato come social network per la condivisione di immagini e video, ma che poi ha iniziato a dare anche la possibilità di condividere contenuti testuali ovvero post e articoli personali.

Come piattaforma di blogging, Tumblr ti permette di postare brevi articoli, foto, video o citazioni. Tali contenuti sono fruibili anche agli altri utenti iscritti al servizio. Tutti quanti possono vederli e condividerli sui propri blog (detti tumblelog) o aggiungerli ai preferiti.

In linea generale, Tumblr ti offre la possibilità di postare articoli, con testi brevi e lasciando ampio spazio a foto e video.

Per registrarti gratuitamente su Tumblr e creare il tuo blog, basta collegarsi alla pagina principale del servizio e cliccare sul pulsante Inizia.

Compila il modulo presente al centro dello schermo con E-Mail, nome utente e password che intendi utilizzare e clicca infine sul pulsante “Registrati”. 

Tumblr non consente di monetizzare i propri contenuti e non può essere installato su uno spazio WEB esterno, tuttavia è possibile acquistare un dominio personalizzato e usarlo come “ponte” verso il proprio tumblelog.

Altri CMS popolari

Se hai già discrete competenze informatiche e vuoi creare un blog in maniera più autonoma possibile e personalizzarlo al meglio secondo un tuo progetto, la cosa migliore rimane certamente quella di utilizzare un CMS. Oltre a WordPress, ecco qui di seguito ltri CMS decisamente performanti:

Joomla!: piattaforma software di content management system (CMS) per la realizzazione di siti web. Scritta in linguaggio informatico PHP, permette numerose opzioni di personalizzazione attraverso l’installazione di temi, estensioni, widget e plugin.
Drupal: ottimo CMS per la realizzazione di siti dinamici; una piattaforma rivolta agli utenti più esperti.
Microsoft SharePoint: CMS sviluppato da Microsoft e utilizzato principalmente per la di siti internet aziendali.
OpenCms: CMS open source basato sulla piattaforma Java e sulla tecnologia XML.
Mezzanine: CMS per la realizzazione di siti WEB, scritto nel linguaggio informatico Python.

Qui di seguito invece, una carrellata di link per farti scoprire blogger italiani rinomati e competenti dai quali apprendere importantissimi consigli per realizzare il tuo blog o sito WEB:

  • https://sos-wp.it/: SOS WordPress, il sito fondato da Andrea Di Rocco, Webmaster ed esperto SEO. Una vera e propria istituzione per gli appassionati di WordPress, SEO e realizzazione di siti WEB e blog.
  • http://alessandropedrazzoli.com/: blog di Alessandro Pedrazzoli, consulente molto competente ed esperto in web marketing, il suo blog è scritto davvero bene e da ottimi consigli, chiari e precisi, anche a chi si trovasse alle prime armi con la realizzazione di un sito, blog o comunque non sapesse da dove iniziare a promuovere la propria attività sul WEB.
  • https://www.dariovignali.net/: blog di Dario Vignali, consulente molto preparato ed esperto in digital marketing,  blogger e viaggiatore, sa darti ottimi consigli su come fondare la tua attività iniziando dalle tue vere passioni e imprimendoti consigli non indifferenti e di un certo spessore. Personalmente, lo definirei un vero e proprio “motivatore”.
  • https://www.aranzulla.it/: se di fronte ad un problema o dubbio riferito a temi quali l’informatica, WEB, software, smartphone e pc in generale, la prima domanda che ti passa per la testa è “come fare per…?”, allora stai pur sereno, il blog di Salvatore Aranzulla non ti deluderà certamente!
  • https://jfactor.it/il blog di Filippo Jatta, SEO Coaching, è stato il primo  (e unico!!) dal quale ho potuto apprendere come riuscire a portare i siti WEB da me realizzati, nella primissima pagina dei più conosciuti motori di ricerca quali Google Search, Bing, Yahoo. Chiarissimo nell’esposizione degl’argomenti, non utilizza mezzi termini ed è davvero molto professionale, competente e preparatissimo oltre che ad essere disponibile (anche sulla sua pagina Facebook) a rispondere ad ogni tuo dubbio sul tema SEO e visibilità dei siti WEB sui motori di ricerca.
  • Google Analytics: Servizio messo a disposizione da Google al quale è possibile “collegare” il tuo sito o blog, permettendoti di monitorare quotidianamente le statistiche riferite al numero di accessi, numero di visitatori nuovi o di ritorno, pagine più visitate, tempo medio di permanenza dei visitatori all’interno delle pagine e altro ancora, oltre a permetterti addirittura di sapere in tempo reale se e da quale parte del mondo, qualche utente sia eventualmente connesso e quale pagina sta visitando.

  • Google AdSense: Servizio messo a disposizione da Google al quale, dopo aver impostato un account Google, potrai aderire iscrivendo, attraverso il medesimo account, il tuo blog/sito al programma di monetizzazione, postando i banner pubblicitari messi a disposizione attraverso il rilascio di codici html da posizionare all’interno delle pagine del sito stesso.

Ecco qui invece, alcuni siti attraverso i quali poter scaricare immagini gratuite davvero ottime per poter rendere il tuo blog davvero interessante e coinvolgente e, perché no, anche bello da vedere! Ovviamente, puoi anche utilizzare immagini tue!

  • http://www.freepik.com/: Ottimo sito da cui puoi scaricare gratuitamente, immagini (anche vettoriali) da poter utilizzare direttamente all’interno delle pagine del tuo blog o sito WEB,  ricordandoti che per poterlo fare in maniera del tutto gratuita, dovrai rendere noto direttamente all’interno delle pagine del tuo blog o sito, che le immagini postate sono state tratte e concesse su libera licenza da Freepik postando la dicitura “Graphics Designed by Freepik“, linkabile al sito stesso http://www.freepik.com/

  • https://pixabay.com/: altro sito da cui puoi scaricare immagini gratuite, sempre da poter utilizzare direttamente all’interno delle pagine del tuo blog o sito WEB,  ricordandoti che per poterlo fare in maniera del tutto gratuita, dovrai rendere noto direttamente all’interno delle pagine del tuo blog o sito, che le immagini postate sono state tratte e concesse su libera licenza da Freepik postando la dicitura “Graphics Designed by Pixabay“, linkabile al sito https://pixabay.com/

Ricordati di indicizzare il tuo blog!

Una cosa della quale alcune volte, specialmente se alle prime armi, ci si dimentica è di indicizzare il proprio blog o sito che sia.

Indicizzare un sito non significa altro che fare in modo che motori di ricerca come Google, Bing e Yahoo, “sappiano” della presenza in internet di un sito.

Come fare?

Beh, inanzi tutto diffida, diffida e ancora una volta diffida di tutti coloro che chiedono fior, fior di quattrini per indicizzare il tuo sito, ok?

Indicizzare un sito è davvero semplicissimo, fidati! E qui di seguito ti spiego molto volentieri come procedere.

Ti illustro come indicizzare il tuo blog o sito sui motori di ricerca più utilizzati quali Google, Bing e Yahoo, Firefox.

Indicizzazione di un sito web su motore di ricerca Google

Accedi al link https://www.google.it/intl/it/add_url.html.

Nel campo URL trascrivi (o Copia e Incolla) l’indirizzo principale del sito, ovvero blog che intendi indicizzare, nella forma http://www.nomesitodaindicizzare.it (oppure .com, .net, .org, a seconda dell’effettivo dominio dato al sito da indicizzare).

Nel campo commenti invece, trascrivi parole chiave (keywords) riferite ai contenuti del sito che stai per indicizzare, dopo di che clicca su AGGIUNGI URL.

Nella schermata successiva potrai invece inserire ulteriori url riferiti alle rispettive pagine web che compongono il sito o blog che stai indicizzando.

Indicizzazione di un sito web su motore di ricerca Bing e Yahoo.

Ti dico subito che, una volta fatta l’indicizzazione per motore di ricerca Bing (Motore di ricerca di Microsoft) questa varrà pure per Yahoo e Libero.

Accedi ora alla pagina https://www.bing.com/toolbox/webmaster.

Clicca su Accedi e utilizza le tue credenziali (nome utente e password) per entrare nella pagina dove potrai così trascrivere  l’URL principale del sito oggetto di indicizzazione.

 

Sandro Baroni

Images by Alessandro Baroni, Freepik and Pixabay

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

2 commenti

  1. Sto creando il mio primo blog adesso su wordpress.com e l’articolo è molto interessante. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.