DEEP WEB: COS’È E COME FUNZIONA

Si sente spesso parlare di Deep WEB, in TV alla radio e sui giornali e su Internet.

Ma cos’è il Deep WEB

Il Deep WEB é la parte del WEB “nascosta e invisibile” ai comuni motori di ricerca (Google, Bing, Yahoo!, etc.) e pertanto non visitabile attraverso questi.

Nel Deep WEB si svolgono innumerevoli attività, più o meno lecite.

Come si accede al Deep WEB

Per poter accedere al Deep WEB e quindi per poter visitare i “siti nascosti” è necessario farlo attraverso la rete di anonimizzazione conosciuta col nome di Tor.

Tor è in pratica una versione modificata del browser WEB Firefox.

Tor è un proxy attraversato, da tutta la rete anonima del Deep WEB. Puoi effettuare il download di Tor da qui.

E’ sostanzialmente un browser (come lo è ad esempio, Google Chrome) per navigare in internet anonimamente, agendo in modo da nascondere, ovvero camuffare l’indirizzo IP del computer “rimbalzando” continuamente la connessione tra computer (server) sparsi in tutto il mondo.

Facendo un semplice esempio, connettendoti ad Internet da Milano utilizzando Tor, potrebbe risultare che tu sia connesso da Taiwan!

Agisce da “filtro” tra il PC dell’utente ed il server, ovvero il PC, che sta all’altro capo della connessione, facendo in modo che il PC dell’utente sia irrintracciabile.

Tor è totalmente gratuito.

A volte, attraverso Tor l’indirizzo IP dell’utente viene identificato addirittura con IP inesistenti.

 

NOTA: Cos’è l’indirizzo IP

  • L’indirizzo IP identifica un computer, tablet, cellulare sulla rete in modo univoco.
  • Ogni computer connesso ad Internet quindi e’ dotato di un numero (indirizzo) IP univoco, diverso da tutti gli altri.

Gli IP possono essere di tipo “dinamico” o “statico”.

  • IP DINAMICO: viene dato un nuovo e diverso indirizzo IP ogni volta che l’utente si connette alla rete.
  • IP STATICO : vi assegnato all’utente un indirizzo IP predefinito, fisso ed univoco e sarà sempre uguale, ad ogni connessione.

L’indirizzo statico è necessario per chiunque voglia utilizzare la rete Internet in maniera professionale. 

 

ATTENZIONE!!!

Nel Deep WEB, in generale, puoi trovare tutto ciò che nel “WEB tradizionale” è vietato per legge o addirittura considerato reato.

DEEP WEB: ATTENTI A PERICOLI e INSIDIE

Data appunto la possibilità di rimanere anonimi e la non tracciabilità dell’indirizzo IP durante la navigazione attraverso la rete anonima del Deep WEB, in quest’ultimo si muovono ormai sempre più spesso criminali veri e propri, spesso organizzati in vere e proprie organizzazioni.

Devi inoltre considerare che, nello specifico, oltre a trattarsi di criminali dediti a crimini quali vendita di armi, materiale pedo-pornografico, droghe, medicinali fuori legge e sostanze dopanti, scommesse clandestine e chi più ne ha, più ne metta, chi gestisce tali traffici nel Deep WEB è certamente qualcuno che di informatica, WEB, programmazione e tecniche di hacking, se ne intente e parecchio! 

Oltre a quanto sopra, ci si può imbattere in mercenari che offrono, previo pagamento, l’hackeraggio di profili social o di siti WEB o addirittura, che si rendono disponibili ad uccidere una persona.

Infine, il più delle volte pare che che l’hacker non si accontenti del pagamento per i “servizi” offerti.

Infatti l’hacker cerca molte volte, di ricattare l’utente col quale si è messo in comunicazione… Già!

Mentre comunica con l’utente, il cyber criminale “spilla” più informazioni possibili sull’utente che ha richiesto i suoi “servizi” e (spesso riuscendo) arriva ad introdursi nel PC dello stesso utente con l’obiettivo di inserire all’interno del suo stesso PC materiale illegale (ad esempio pedo-pornografico) al fine di distruggerne la reputazione ed infine, ricattarlo. (Leggi anche “Ricatti a “luci rosse” sul WEB: come non cadere nella trappola“)

Il più delle volte il cyber criminale chiede un riscatto in denaro da pagare attraverso BitCoin, la ormai conosciuta moneta virtuale.

Nel Deep WEB non vengono infatti utilizzate carte di credito, prepagate o PayPal.

Il vantaggio del BitCoin è che si può scambiare da terminale a terminale, senza alcuna intermediazione da parte delle banche.

Come ti sarà chiaro, il BitCoin appare fatto su misura per attività illecite.

DEEP WEB: COME COMBATTERE IL FENOMENO

Ho già citato prima, soltanto alcuni tra i reati più comuni che vengono commessi attraverso il Deep WEB.

Contrastare il crimine che si svolge attraverso questo canale di comunicazione può apparire certamente difficoltoso, ma non impossibile.

Per avventurarsi nel Deep WEB ed entrare in contatto con soggetti ovvero organizzazioni poco raccomandabili, è necessario certamente possedere conoscenze informatiche avanzate, così da poter “incontrare” i lati più oscuri della rete, gli angoli più invisibili persino all’occhio più esperto

Chi possiede un bagaglio tecnico-informatico altamente qualificato e ottimi approccio ed istinto investigativo, troverà certamente nel Deep WEB, pane per i propri denti.

Metodi di indagine informatica abbinati a metodi di indagine tradizionali, contribuiscono certamente e sempre più spesso a smascherare importanti organizzazioni criminali di ogni genere ed operanti in svariati tipi di mercato nero, oltre che a smascherare criminali che hanno fatto del Deep WEB il proprio principale strumento per scopi criminali. principale.

Se hai intenzione di approcciarti al Deep Web in maniera seria ed approfondita, ti consiglio tanto per cominciare, di utilizzare un PC adibito esclusivamente a questo scopo, privo di informazioni personali.

Consiglio inoltre di riavviare il router di casa prima e dopo ogni sessione e non navigare in rete senza cifratura su siti a contenuto personale con gli altri PC durante le sessioni di esplorazione.

Agendo in tal modo,  qualora tu fossi vittima di un tentativo di un attacco hacking oppure attività di logging, un possibile cyber criminale non avrà accesso ai tuoi dati personali e rimarrebbe a bocca asciutta.

A grandi linee queste sono misure di precauzione minime per quando si vuole interagire con la comunità di cracking, non per il crawling del deep web

A fronte di un opportuno contrasto alla criminalità operante attraverso il WEB ed il Deep WEB, un importante ruolo va certamente svolto dalle famiglie.

A tal proposito è molto importante che genitori in primis e la scuola, si impegnino affinché i ragazzi imparino, fin dalla scuola primaria, ad utilizzare gli strumenti tecnologici-informatici ed in particolare Internet, nella maniera più adeguata ed opportuna.

Data la concreta possibilità che gli adolescenti possano essere attratti dal lato oscuro del WEB, ritengo necessario che gli stessi vengano istruiti ed accompagnati nella scoperta e nella comprensione di Internet e dei pericoli che si celano all’interno sia del WEB che del Deep WEB.

Questo credo possa considerarsi un primo passo nella lotta alla cyber criminalità.

“Insegniamo ai nostri figli che il WEB non è la realtà in cui vivono. Il WEB, semmai, ne fa parte.

Insegniamo loro ad utilizzarlo come strumento, non ad esserne strumentalizzati.” 

-A. Baroni-

Images by Pixabay

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.