Ottimizzazione SEO di un sito WEB

Ottimizzazione SEO: migliora il posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca come Google, Bing e Yahoo!

Vorresti fare in modo che quando gli utenti cercano informazioni attraverso parole chiave che richiamano temi specifici trattati nel tuo blog o sito, quest’ultimo appaia nella prima pagina di motori di ricerca come Google, Bing e Yahoo?

Bene, allora è giunto il momento di ottimizzare la SEO del tuo sito. 

Ottimizzazione On-Page: la schiettezza e la chiarezza pagano sempre!

E’ importantissimo apportare al sito che intendi ottimizzare, tutti gli accorgimenti che ti sto per illustrare.

Attenzioni che permetteranno ai motori di ricerca come Google, di capire facilmente e velocemente quali siano gli argomenti trattati all’interno del sito che si vuole ottimizzare.

Motori di ricerca come Google, “preferiscono” dare precedenza a siti ben ottimizzati e con testi semplici, ben scritti, dando molta più visibilità a quest’ultimi.

Ricordati sempre che, nel caso tu debba esprimere concetti complicati, la cosa importante che dovrai fare sarà farlo attraverso un’esposizione chiara, semplice, di facile e piacevole lettura per l’utente interessato al tuo articolo.

L’Ottimizzazione On-Page è un insieme di accorgimenti da apportare direttamente alle pagine e quindi, agli articoli del sito che si sta ottimizzando, facendo in modo che il sito stesso acquisisca maggiore visibilità possibile ai motori di ricerca.

L’ottimizzazione di un sito WEB o blog e pertanto, la sua visibilità ai motori di ricerca, dipende da elementi che gli stessi motori di ricerca, seguendo dei propri complessi algoritmi, interpretano per “stilare” una sorta di classifica, ponendo appunto ai primi posti, i siti ritenuti meglio ottimizzati.

L’importanza delle keywords (parole chiave) all’interno di un articolo o pagina WEB in generale

Quando scrivi un articolo al’interno di una pagina di un blog o sito che sia, è importante che tu lo scriva con estrema naturalezza, senza inizialmente immaginare a cosa i potenziali visitatori andrebbero a cercare.

Scrivi semplicemente ciò che hai in mente di comunicare al pubblico in base all’argomento trattato dal sito, ovvero dalle pagine che lo compongono.

Riporto un’esempio pratico che si riferisce ad un sito WEB che io stesso ho realizzato per l’azienda di un mio amico che produce “gelato per cani”, illustrandoti la procedura da me intrapresa ed applicata al fine di ottimizzare la SEO del sito WEB, portando il sito ad apparire tra le prime posizioni di Google attraverso ricerche per parole chiave.

Come ti ho accennato all’inizio di questo paragrafo, la prima cosa che ho fatto è stata appunto quella di scrivere, all’interno delle singole pagine, testi descrittivi dell’attività e dei prodotti proposti dall’azienda.

Naturalmente, la prima parola chiave per la quale ho voluto che il sito apparisse in prima pagina sui principali motori di ricerca, Google in primis, è stata “gelato per cani”.




NOTA: Per parola chiave (keyword) non va intesa per forza una sola singola parola, ma si intendono anche insiemi di parole, come nel nostro esempio “gelato per cani”.

 

Terminato di scrivere l’articolo ovvero il testo all’interno della pagina dedicata in questo caso al prodotto “gelato per cani” l’ho riletto ed ho iniziato a “piazzare” la keyword “gelato per cani” all’interno della pagina (nel mio caso, ho realizzato una descrizione aziendale ed in particolare del suo principale prodotto), ripetendola per alcune volte, chiaramente non troppe e in maniera che apparisse coerente al contesto delle frasi e dell’argomento trattato.

E’ ottimale far apparire le parole chiave per le quali si vuole che il sito appaia nelle prime posizioni dei motori di ricerca, nel titolo, all’interno dell’articolo o in generale della pagina e, nel caso vi fosse anche la presenza di immagini oltre ai testi, dare ai files immagine utilizzati la stessa parola chiave quale nome del file immagine stesso (come nel caso qui proposto  ad esempio “gelato per cani.jpg”).

NOTA: I motori di ricerca prediligono indicizzare pagine il cui Url sia chiaro, semplice ed esplicativo.
Nel caso del sito da me preso ad esempio, trattandosi inoltre di sito dinamico (quei siti in cui il cliente tramite un interfaccia di amministrazione inserisce autonoma e diretta i contenuti, come già descritto nel mio precedente articolo su “Come realizzare un blog”) le Url delle pagine, solitamente, compaiono ad esempio così: http://www.nomedelsito.it/gelato-per-cani/.

E’ bene però che tu sappia che non esiste una vera e propria regola matematica da seguire.

Come accennato all’inizio di questo articolo, motori di ricerca come Google, nell’effettuare le ricerche per parole chiave, seguono algoritmi che per chiunque si trovi ad avere a che fare con la SEO di un sito WEB, risultano praticamente impossibili da prevedere.

Pertanto, ribadisco, la regola base che innanzi tutto devi assolutamente considerare per fare in modo che le pagine ed contenuti delle stesse “piacciano più di altre”, di altri siti, è quella di realizzare contenuti interessanti in maniera semplice e diretta, molto naturale, senza “forzare” l’immissione di troppe parole chiave, rendendo perciò la lettura dei contenuti da parte di chi visita il tuo sito piacevole e fluida.

NOTA: Quando in una pagina, ovvero in un articolo, viene forzato in maniera evidente l’utilizzo, anche di una sola parola chiave, i motori di ricerca “se ne accorgono” ed il risultato, purtroppo, è poi l’esatto contrario di ciò che ci si aspetterebbe ed il sito o la pagina che tanto avresti desiderato vedere apparire in prima pagina tra i risultati delle ricerche con Google, Bing, Yahoo o altri motori di ricerca, rischierebbe addirittura di non arrivare mai e poi mai nelle posizioni tanto attese!

..

“ALL IN ONE SEO” e “SEO YOAST”, plug-in ottimali per l’ottimizzazione del tuo sito con WORDPRESS!

“All in One Seo” oppure “SEO Yoast” sono i due plug-in che ti consiglio di installare se utilizzi il CMS di WordPress. Io personalmente per Abilissimome.it, ho installato “ALL IN ONE SEO”.

Per installarlo basta che nella colonna a sinistra che vedi quando accedi alla Console di Amministrazione del tuo sito in WordPress, clicchi su Plugin. Ti si aprirà la seguente schermata:

Clicca poi sul tasto AGGIUNGI NUOVO che trovi nella parte alta della schermata. Ti si aprirà la schermata/archivio dei plugin proposti da WordPress, tipo la seguente:

In alto a destra, all’interno del campo di ricerca, inserisci il nome del plugin che intendi installare, ovvero “all in one seo” e clicca INVIO sulla tastiera del tuo PC.

Ti apparirà una videata come quella che ho postato qui sopra, nella quale visualizzerai come primo risultato, in alto a sinistra, “all in One SEO”. Clicca pertanto su INSTALLA ORA e poi su ATTIVA.

Benissimo, ora il plugin per aiutati a ottimizzare il tuo sito WEB, è pronto per essere utilizzato.

Infatti, accedendo ad un qualsiasi articolo o pagina del tuo sito al fine di modificarlo, aggiornarlo o appunto, ottimizzarlo, scorrendo la videata verso l’alto del video, al fondo del tuo articolo noterai un’interfaccia grafica come la seguente:

Ora inserisci titolo e descrizione riferiti al’argomento trattato dal tuo sito, ricordandoti che la parola chiave per la quale desideri che il tuo sito appaia in prima pagina nei motori di ricerca, dovrà apparire almeno una volta, sia nel titolo che nella descrizione.

Inserisci infine, oltre alla parola chiave principale, anche altre sei o sette parole chiave che a tuo avviso, rientrino tra quelle che gli utenti interessati ad argomenti come quello trattato dal tuo sito, potrebbero ricercare, considerando sempre che tali altre keywords sarà opportuno che appaiano sporadicamente, all’interno del testo della pagina, seguendo le considerazioni già viste prima riguardo alla parola chiave principale.

NOTA: Tornando all’esempio del sito da me realizzato e riferito al gelato per cani, ad esempio, ho inserito parole chiave come “gelato per cani”, “gusti di gelato per cani”, “caratteristiche del gelato per cani”, avendo cura inoltre di farle poi apparire qua e là all’interno della pagina.

Per concludere l’ottimizzazione della SEO del tuo sito, ora è opportuno realizzare la mappa xml. Per farlo, seguendo la procedura già vista in precedenza per l’installazione del plugin “ALL IN ONE SEO”, installa il plugin “GOOGLE XML SITEMAPS”.

.

Altri importanti accorgimenti per ottimizzare articoli e pagine del tuo sito

A) Come accennato già precedentemente, fai in modo che la parola chiave per la quale vorresti che il tuo sito o articolo appaia nella prima pagina dei motori di ricerca come Google, oltre he ad apparire all’interno del testo descrittivo della pagina o dell’articolo, appaia anche all’interno del titolo.

Inoltre, cerca di distribuire la o le parole chiave all’interno dell’articolo, evidenziandole anche col carattere grassetto oppure sottolineandole.

Cerca di distribuire parole chiave all’inizio dell’articolo o pagina, a metà e alla fine.

E’ buona prassi inserire all’interno delle pagine e degli articoli, anche sinonimi o termini correlati all’argomento trattato nel sito che si vuole ottimizzare, nelle pagine e negli articoli.

Con riferimento sempre all’esempio del sito da me realizzato e riferito al gelato per cani, è possibile ottenere già alcune parole chiave e termini correlati digitando “gelato per cani” nel campo di ricerca di Google  e dando INVIO. Al fondo della lista dei risultati, appare questo:

Infine, ricorda anche quanto ti ho accennato prima, riferendomi alla scelta dell’URL (permalink) delle pagine da ottimizzare.

B) All’interno della pagina ovvero degli articoli che scrivi, inserisci qualche link che rimandi ad alte pagine o articoli, sempre all’interno del tuo sito WEB (link interni) e quando hai intenzione di inserire link che rimandino a pagine o articoli di altri siti WEB esterni (così detti OUTBOND LINK), prediligi il rimando a siti o blog noti e autorevoli (come, d esempio, ho fatto nel mio precedente articolo “Come realizzare un blog“, al fondo, dove ho citato alcuni blog e siti dai quali poter prendere alcuni spunti.

C) Nel pannello di controllo di WordPress, nella colonna di destra, vi è la possibilità di inserire dei così detti TAG.

I TAG servono a mettere ordine al sito ed è per questo che è bene inserire TAG con ordine preciso che spetterà a te dare, in base agli argomenti, alle pagine ed ai singoli articoli contenuti nel sito WEB che stai ottimizzando.

D) Inserisci anche qualche immagine o video all’interno delle pagine e degli articoli, ricordandoti di ottimizzare tali media files dando ad ogni file oggetto di pubblicazione, nome e descrizione che contengano sempre la o le parole chiave.

Concludo ricordandoti che ottimizzare un sito WEB o blog richiede tempo e attenzione. Non lasciare nulla al caso e sii scrupoloso nelle tue valutazioni.

Inoltre, terminato il lavoro di ottimizzazione del tuo sito, non aspettarti comunque di vederlo subito in prima pagina. Spesso i motori di ricerca impiegano dai due ai sei mesi di tempo prima che abbiano “recepito e digerito” le scelte e gli accorgimenti apportati al tuo sito.

Buon lavoro!




 Sandro BaroniImages by Alessandro Baroni, Freepik and Pixabay

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.